I FATTI NON MENTONO. LE PERSONE SI.


Home | Campaigns | Resources | News | Contact Us

Toggle Contrast

Michael Jackson: Padre, Cantante, Ballerino, Umanitario ... Sì. Ma un pedofilo? Wade Robson e James Safechuck avrebbero voluto che lo credessi. Ma qual è la verità? Prima di condannarlo, ti preghiamo di dedicare alcuni minuti per capire i fatti dietro alle storie che potresti aver sentito.

Ti preghiamo di notare che il team di MJInnocent supporta pienamente le vittime di tutti i tipi di abuso, compresi gli abusi sessuali su minori. È vitale che le vittime si sentano sicure, in modo da farsi avanti e in modo che le loro affermazioni vengano prese sul serio. Tuttavia, sosteniamo anche il principio secondo cui, una persona accusata di un tale crimine abbia il diritto di essere considerata innocente fino a prova contraria.

Crediamo che le accuse mosse contro Michael Jackson siano false, e qui vi spiegheremo il perché.

Lo sapevi che...

1. Robson e Safechuck hanno testimoniato sotto giuramento che Michael Jackson non ha MAI fatto nulla di inappropriato. Robson è stato interrogato minuziosamente durante il processo di Michael Jackson nel 2005 e ha ripetutamente negato qualsiasi illecito da parte di Michael Jackson stesso.

2. Nel 2011, Robson fu dimesso dal ruolo di regista nel film Step Up 4 e fu rifiutato come coreografo nello spettacolo del Cirque du Soleil dedicato a Michael Jackson. In conseguenza a questo rifiuto, improvvisamente si rese conto di essere stato abusato dal Re del Pop.

3. Nelle versioni precedenti della storia Robson affermava di non essersi fatto avanti prima con le accuse di abuso perché si vergognava. Versione poi cambiata attestando di aver represso i ricordi dell'abuso e che questi erano riemersi solo in seguito al crollo della sua carriera. La versione attuale di Robson, invece, è che ha sempre saputo cosa fosse successo, ma che non si rendeva conto fosse sbagliato, nonostante affermasse che Michael Jackson gli avesse chiesto di mentire su quello che stavano facendo, altrimenti sarebbero andati in prigione oltre che ad essere interrogati in dettaglio sull'abuso sessuale durante il processo del 2005.

4. La prima linea d'azione di Robson fu quella di cercare di vendere un libro sulla vicenda, ma quando questa fallì, ritenne di avanzare una pretesa di milioni di dollari dall’Estate di Michael Jackson.

5. Queste accuse sono state fatte dopo la morte di Michael Jackson. La legge, negli USA attualmente non protegge il defunto dalla diffamazione. Pertanto, Robson e Safechuck si sono sentiti liberi di attaccare Michael Jackson e fare qualsiasi pretesa contro di lui senza timore di ripercussioni legali per averlo diffamato.

  • + LEGGI PIÙ FATTI +

    6. Safechuck racconta di aver capito di essere stato oggetto di abusi dopo aver saputo della causa multimilionaria contro l’ Estate di Michael Jackson intentata da Robson, versione contraddetta nel documentario stesso, visto che Safechuck afferma di aver parlato delle molestie a sua madre già nel 2005 e che questa avrebbe ballato di gioia quando venne a sapere della morte di Michael Jackson nel 2009.

    7. Safechuck ha assunto gli stessi avvocati di Robson e ha presentato istanze in copia/incolla contro L’ Estate di Michael Jackson.

    8. Robson e Safechuck stanno rivendicando centinaia di milioni di dollari nelle loro azioni legali e, come ha sottolineato l’ Estate di Michael Jackson, hanno quindi centinaia di milioni di ragioni per mentire.

    9. Robson è stato ripreso ripetutamente durante queste cause e ha nascosto prove non solo alla corte, ma anche ai suoi stessi avvocati. Il giudice ha persino ammesso che "nessuna persona razionale potrebbe credere alla dichiarazione giurata di Robson".

    10. Safechuck ha mentito durante la causa, fornendo delle date in cui si presumevano degli abusi, poi effettivamente dimostrate false in tribunale. Infatti, Michael Jackson non era con Safechuck in alcune di queste date.

    11. Finora sono fallite quattro cause diverse, ma continuano a persistere con le loro accuse e stanno facendo appello alla chiusura dei casi.

    12. Dan Reed, regista di "Leaving Neverland", ha ammesso più volte di aver scelto di non intervistare nessuno che avrebbe potuto fornire una versione diversa su queste storie. Non voleva che nessuno fosse in grado di screditare la storia che voleva raccontare. Inoltre, non ha fatto alcuna indagine per determinare la veridicità delle affermazioni fatte da Robson e Safechuck, né fornisce alcuna prova diversa dalla parola di due spergiuri conclamati. È chiaro che l'intenzione di questo film è quella di presentare Michael Jackson come un pedofilo, senza riferimento a nessuna delle montagne di prove a discolpa. Tutte cose che l’ Estate di Michael Jackson ha detto che sarebbe stato felice di condividere.

    13. Nel "documentario", Robson ammette che Michael Jackson abbia abusato di un altro dei suoi amici, Brett Barnes. Barnes non ha mai avuto l'opportunità di partecipare a questo documentario o di commentare le affermazioni fatte su di lui. Egli infatti nega con veemenza di non essere mai stato abusato da Michael Jackson e sostiene che Jackson è stato uno dei migliori amici che abbia mai avuto. Gli avvocati di Brett Barnes hanno minacciato di citare in giudizio la HBO a meno che non rimuovano tutti i riferimenti a Brett Barnes da questo documentario.

    14. Michael Jackson è stato indagato non solo dalla polizia e dalle agenzie per la protezione dei minori, ma è stato anche segretamente investigato dall'FBI per un periodo di oltre 10 anni. Il rapporto dell'FBI, pubblicamente disponibile, ha concluso che non vi era assolutamente alcuna prova di alcun illecito da parte di Michael Jackson. Leggi il rapporto dell'FBI qui..

Quanto sopra non rasenta nemmeno una minima parte delle molte incongruenze, contraddizioni e menzogne ​​apertamente raccontate su Michael Jackson, che sono state completamente ignorate dai media. C'è molto di più in questa vicenda e una volta scoperta la verità, sarà chiaro che l'unica vittima qui è Michael Jackson.

 

Ecco alcuni link utili per chi vuole approfondire questi aspetti e scoprire la verità.

Per supportare le nostre future campagne, visita:

Donate To The MJINNOCENT Campaign

Inoltre, Taj Jackson (uno dei nipoti di Michael Jackson) sta producendo un documentario per presentare finalmente al mondo la verità dietro alle accuse fatte a suo zio. Per saperne di più, visita:

Taj Jackson's Go Fund Me

Version 1.0


Created and supported by the Truth. Facts. Logic. UK Team 2019.

Cookies | Contact Us